Comunicati stampa

26/3/2020

TASSE UNIVERSITARIE, PROROGATE LE SCADENZE

IL CDA HA DELIBERATO DI FAR SLITTARE I PAGAMENTI A MAGGIO E LUGLIO 2020

Il CdA del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, si è riunito questa mattina in via telematica, come da disposizione del Governo, ed ha deliberato lo slittamento dei pagamenti delle tasse universitarie.
Per venire incontro alle esigenze delle famiglie e degli studenti del “Cimarosa” tenuto conto della fase di emergenza a causa dell’epidemia dovuta dal Covid-19, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato, in via eccezionale per l'anno accademico in corso, lo slittamento dei pagamenti relativi alla seconda e terza (ed ultima) rata delle tasse di iscrizione di tutti i corsi attivi, senza l’applicazione di alcuna mora.

Pertanto la scadenza della seconda rata prevista al 31 marzo è stata spostata al 30 maggio 2020, quella della terza (ed ultima) rata slitta dal 31 maggio al 31 luglio 2020.

Il Conservatorio di Avellino, intanto, facendo seguito alle misure preventive del Governo e della Regione Campania per contrastare l’emergenza epidemiologica dovuta dal coronavirus resta chiuso. Come da provvedimento del Direttore Carmelo Columbro, dallo scorso 16 marzo viene garantita la didattica online sulla piattaforma Hangouts Meet per tutti i corsi per i quali i relativi docenti hanno potuto attivare l’insegnamento a distanza.

Non si ferma nemmeno l’attività degli uffici amministrativi, avendo il Conservatorio di Avellino attivato la rete di smart working per consentire continuità alle attività. Tutti gli uffici possono essere contattati agli indirizzi email delle relative aree, reperibili nella sezione “contatti” del sito internet www.conservatoriocimarosa.gov.it

«La decisione di far slittare i pagamenti delle tasse universitariedichiarano il presidente Luca Cipriano e il direttore Carmelo Columbroera un atto dovuto, tenuto conto delle difficoltà che tutti stiamo vivendo in questo momento di emergenza nazionale».

09/3/2020

UFFICI APERTI. SOSPESI DIDATTICA, ESAMI E SEDUTE DI LAUREA

ANNULLATI ANCHE TUTTI GLI EVENTI ARTISTICI IN PROGRAMMA

Il Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, in ottemperanza a quanto previsto dal DPCM 04/03/2020, art. 1 lett. D, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 ha sospeso le attività didattiche già a far data dal 05/03/2020 e fino al 15/03/2020.
Inoltre sono state sospese anche le sessioni di esame e le sedute di laurea fino ad emanazione di nuove disposizioni.
Effettuate le attività di sanificazione, disinfestazione e pulizia straordinaria di tutti gli ambienti, così come previsto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il personale tecnico-amministrativo è regolarmente al lavoro e fino a nuove indicazioni osserverà dal lunedì al sabato un unico turno di servizio dalle ore 9:00 fino alle ore 16:30, rispettando i regolari orari di ricevimento al pubblico già in vigore per ogni singolo ufficio.
Si informa che la segreteria didattica resta aperta regolarmente, ma l’accesso è stato disciplinato in modo da consentire solo l’ingresso di due persone alla volta, osservando i seguenti orari: lunedì mercoledì e venerdì dalle 11 alle 12, martedì e giovedì dalle 15 alle 16.
Sempre con riferimento al DPCM 04/03/2020, aggiornato dal nuovo Decreto 08/03/2020 art. 2 lett. B, e fino ad emanazione di nuove disposizioni, il Conservatorio di Avellino ha sospeso tutte le attività di tipo artistico e annullato gli eventi in programma già patrocinati.
Rinviate, invece, le elezioni del nuovo Direttore del Conservatorio, che subentrerà al Maestro Carmelo Columbro, attualmente in carica. Le votazioni, previste nei giorni 10, 11, 12 e 13 marzo, sono state spostate ai giorni 17, 18, 19 e 20 marzo, dalle ore 12:00 alle ore 17:00. L'eventuale ballottaggio, invece, è fissato nei giorni 24, 25, 26, 27 marzo dalle ore 12:00 alle ore 17:00.

20/2/2020

CONSERVATORIO, ARRIVA LA ZEZA DI BELLIZZI

IL 22 FEBBRAIO, ore 20:30, ALL’AUDITORIUM “VITALE”

“La Zeza è espressione dell’agire teatrale, che non è da intendersi come segno o cultura del divertimento ma come espressione di una collettività che rappresenta se stessa nello spazio e nel tempo”. Così Roberto De Simone ha definito una delle più antiche tradizioni folkloristiche dell’Irpinia.

Quest’anno i “custodi” di questa tradizione popolare hanno scelto il palcoscenico del Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, per far rivivere una delle rappresentazioni più caratteristiche del Carnevale Irpino.

Sabato 22 febbraio, alle ore 20:30 (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti), all’Auditorium “Vitale” di piazza Castello, andrà in scena la “Zeza, dalla strada al tempio della musica”. Ma sarà anche l’occasione per la consegna del premio “Terra di Zeza”, riconosciuto a protagonisti del panorama culturale.

La Zeza di Bellizzi Irpino dal 1974 è annoverata nel Patrimonio dei beni immateriali della Campania. È un pezzo di teatro popolare campano, riuscito ed apprezzato. Una sorta di "Promessi sposi” volgare, una rappresentazione che preesiste nella cultura contadina ed urbana della regione.

Ad accompagnare i personaggi che si esibiranno ci saranno: Vittorio Fusco (primo violino), Samantha Esposito (secondo violino), Ornella Davidde (viola), Ivana Bruno (violoncello), Carmela Saccone (flauto), Pasquale Saccone (sax soprano), Nino Lombardini (chitarra), Pellegrino Argenio (mandolino) e Stefano Picariello (tammorra).

18/2/2020

L’ORCHESTRA GIOVANILE D’ARCHI SUONA LE “NOTE PER L’ANIMA”

GIOVEDÌ 20 FEBBRAIO, ore 19:00, TORNA LA RASSEGNA VOLUTA DAL VESCOVO DI AVELLINO

La musica come mezzo per invitare alla riflessione. Al “Cimarosa” torna “Note per l’anima”, rassegna organizzata dalla Diocesi di Avellino e sostenuta dal Conservatorio presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
Giovedì 20 febbraio (ore 19:00, ingresso gratuito), sul palco dell’Auditorium “Vitale”, insieme ai musicisti del “Cimarosa”, il Vescovo di Avellino, Monsignor Arturo Aiello, inviterà i presenti ad un momento di riflessione, nel tentativo di riscoprire la città dell’anima che è dentro di noi; di riscoprire i sensi interiori percorrendo la via della bellezza.

Ancora una volta la musica come mezzo per invitare al pensiero in quella che è una una sorta di “sonata a quattro mani” dove si alternano musica dal vivo e meditazione.
Sul palco, in questa serata di riflessione, ad accompagnare le parole del Vescovo di Avellino, ci saranno l’Orchestra Giovanile di Archi del Conservatorio di Musica di Avellino e il soprano Anna Corvino.

Con la direzione del M° Roberto Maggio eseguiranno, elaborazione per Orchestra D’Archi di Francesco Colasanto, “La Serenata” di Gaetano Braga; “Nuovo Cinema Paradiso” di Ennio Morricone (trascrizione per orchestra d’archi di Francesco Colasanto) e “O mio babbo caro” di Giacomo Puccini.
Nella seconda parte della serata, l’Orchestra Giovanile di Archi del Conservatorio di Musica di Avellino, diretta dal M° Francesco Colasanto, eseguirà “The Sheltering Sky” di Ryuiki Sakamoto; “Sinfonia d’aprile”, suite per archi, e l’“Ave Maria”, con il soprano Anna Corvino, dello stesso Colasanto; “Libertango” di Astor Piazzolla.